Sonno e collagene



Il sonno non è l’interruzione di attività dell’organismo ma un’altra forma di attività. Esso è indispensabile al recupero. Le ricerche hanno provato che gran parte del lavoro metabolico essenziale alla riparazione del corpo, ha luogo proprio quando dormiamo, e che il sonno si divide in diverse fasi-cicli o tappe. Con l'avanzare dell'età diminuisce la produzione di collagene nell'organismo e ciò porta ad abbreviare i nostri cicli di sonno. In media in un adulto riposa 8 ore, un intero ciclo si ripete 4-5 volte ed ognuno di essi dura circa 90-110 minuti.

Durante lo stadio 1- ALFA il sonno è leggero.
Nello stadio 2 il sonno diventa sempre più profondo.
Negli stadi 3 e 4, chiamati anche fase DELTA, si raggiunge la massima profondità del sonno.
In questi stadi il corpo si riposa dopo le fatiche della giornata.
Lo stadio 5 del sonno, detto anche fase REM, è caratterizzato da evidenti alterazioni fisiologiche come respirazione accelerata, maggiore attività cerebrale, rapido movimento degli occhi e rilassamento muscolare. In questa fase si sogna. L'organismo recupera nelle fasi 2 e 3 del sonno, ma lavora maggiormente durante la fase ALFA (prima fase).

É dunque durante la fase Alfa che il nostro corpo mette in atto tutta la sua capacità di rigenerazionei. In questa fase, il nostro sistema cerca il collagene disponibile ed altri nutrienti importanti al fine di trasformarli in materiali essenziali per l’organismo. Così il ciclo del sonno si ripete per più ore.


Il segreto per costruire o riparare parti del corpo consiste nella capacità di convertire il collagene in altre risorse necessarie. Così, al fine di sviluppare muscoli, tendini e legamenti e per ricostruire o riparare gli organi e la pelle, il corpo deve passare attraverso un processo di sintesi proteica che si effettua proprio durante la fase Alfa.